flag_rotate-03flag_rotate-02flag_rotate-13flag_rotate-12flag_rotate-09
Sabato 24 Aprile 2010 03:37

DON CARLO, IL PRETE COMANDANTE PARTIGIANO CHE LIBERO’ REGGIO EMILIA

Scritto da  Giancarlo Giannotti

DON CARLO, IL PRETE COMANDANTE PARTIGIANO CHE LIBERO’ REGGIO EMILIA



Dal cestino della storia, è riemerso il memoriale di un  grande protagonista della Resistenza: don Domenico Orlandini, fondatore e comandante, col nome di battaglia di “Carlo”, della brigata
partigiana “Fiamme Verdi” che operò nella provincia di Reggio Emilia fino alla liberazione  della città, la sera del 24 aprile 1945.  Fu, a dir poco, un grande che si meritò dal rinato esercito italiano il grado di generale di brigata.

Dagli inglesi, inoltre, gli fu conferita la più alta onorificenza militare britannica, la “Victoria Cross”,  per aver liberato dai campi di prigionia italiani e condotto, a più riprese, al di là delle linee tedesche almeno 3.700 soldati  alleati, tra cui anche il figlio del generale Montgomery.  Già nell’ottobre del 1943, gl’inglesi ebbero subito fiducia in questa sorta di prete ribelle, più propenso all’uniforme che non alla tonaca, tanto che lo addestrarono e lo utilizzarono come agente del loro servizio d’intelligence.

 Nei due anni successivi “Don Carlo”, come ormai tutti lo chiamavano, fu anche il loro referente circa i lanci di materiale bellico e logistico sull’Appennino reggiano, sempre a stretto contatto di agenti inglesi che operavano dietro le linee, nell’Emilia ancora oppressa e massacrata dalle divisioni nazi-fasciste.

Erano i mesi e gli anni della mattanza. Ai massacri si rispondeva con i massacri.  Al sangue col sangue. Le vittime innocenti si aggiungevano ad altre vittime innocenti. All’orrore si sommava altro orrore.

E Il comandante don Carlo, con le sue Fiamme Verdi,  fu uno di quelli che spesso inceppò quella macchina generatrice di morte che fu la guerra  civile dentro un conflitto mondiale non ancora spento.  Salvare vite umane, senza curarsi di quale divisa indossassero, al di là dei meriti o delle colpe, fu una delle sue costanti. Sappiamo che tremila settecento furono i soldati alleati, ma nessuno saprà mai quanti furono i ragazzi di Salò, in fuga dai massacri commessi, che salvò dai mitra comunisti che sparavano su tutto ciò che rappresentava il passato. Come non sapremo mai quanti furono quei  civili che salvò da una giustizia sommaria, solo perché familiari o amici, di gente che aveva collaborato col passato regime fascista. Salvò anche partigiani dalla mannaia di altri partigiani. O preti che durante le loro omelie avevano criticato le emergenti  ideologie staliniste o bolsceviche.

Durante la lotta partigiana, fu in contatto coi fratelli Dossetti, Marconi, Togliatti e tanti altri che si prodigarono per liberare l’Italia dalle catene nazi-fasciste

Si dice che chi salva un uomo, salva tutta l’umanità, e don Carlo di gente ne ha salvata davvero tanta. Peccato che nessuno abbia salvato lui dal grigio anonimato dentro cui scomparve nei decenni successivi. Partigiano e sacerdote  schietto, diretto, scaltro, dallo spirito troppo libero per farsi irretire  nei giochetti dei politici del dopoguerra, si mosse forse negli ambienti ecclesiastici ed in quelli dei partiti nati dalla Resistenza, come un elefante dentro un negozio di porcellane. E i cocci li pagò col suo isolamento. 

Nei trent’anni successivi, fu spedito a fare il parroco nelle sperdute chiesuole  dell’Appennino reggiano, dove ancora tutti lo ricordano come prete allegro e spregiudicato, ma capace di portare a Dio gente che senza di lui in chiesa non ci sarebbe mai entrata.

Morì nel 1977 nella casa canonica di Pianzano, dove riposa nel vicino cimitero, a strapiombo su una vallata che evoca volteggi di aquile e vagabondare di lupi.

Il suo memoriale, scritto dallo stesso don Domenico Orlandini, attorno al 1948, è stato per la prima volta dato alle stampe e divulgato, dalle EDIZIONI DEL NOCE col titolo di “Memoriale di don Carlo,  l’ eroe sconosciuto” .

Speriamo che renda giustizia e notorietà a un grande partigiano, a un grande sacerdote e, soprattutto, a un grande italiano.

News

La Casa del Cinema di Roma ospita il Film Festival Senza Frontiere – Without Borders

La Casa del Cinema di Roma ospita il Film Festival Senza Frontiere – Without Borders

Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo (Voltaire). Tutto pronto per l’ottava edizione del Film Festival Senza Frontiere, che si terrà alla Casa del Cinema dal 5 al 7 Giugno 2015. La nuova...

Cinema - teatro Administrator

Continua a leggere

Grecia: La popolarità di Alexis Tsipras resta al 77%

Grecia: La popolarità di Alexis Tsipras resta al 77%

Il bombardamento mediatico contro il governo greco sembra non funzionare.   Una lettura fatta attraverso i sondaggi di opinione su come la società greca vede l'operato del proprio governo fino ad oggi. Mentre a gran voce ci viene detto dalla commissione europea e dal...

Politica Administrator

Continua a leggere

EXPO: UN GRANDE LUNA PARK E UN GRANDE TURIBOLO

EXPO: UN GRANDE LUNA PARK E UN GRANDE TURIBOLO

Chi pensava che Expo fosse una piattaforma informativa, scambio di risorse culturali e tecnologiche con lo scopo di trovare soluzioni politico-economiche per assicurare a tutti cibo sano e sufficiente e sconfiggere la fame che attanaglia 800 milioni di esseri umani,...

Salute Franco Libero Manco

Continua a leggere

Biagio Laponte: "La musica che compongo prova ad essere un riflesso della realtà che viviamo"

Biagio Laponte:

Biagio Laponte ama la sperimentazione e la ricerca sonora. Sound engineer nel mondo della musica classica e della world music, vanta produzioni con Giovanni Sollima, Giuseppe Ettorre, Filarmonica della Scala, Orchestra Rai di Torino, e altri. E' produttore e compositore di...

Musica Administrator

Continua a leggere

ROMA CAPOCCIA…

ROMA CAPOCCIA…

L’unico verdetto che potranno sancire i prossimi ultimi “novanta minuti” di questo campionato, è purtroppo quello che deciderà la Corte Europea circa il ricorso del Genoa, escluso per motivi fiscali dalla partecipazione alle prossime competizioni europee. Un verdetto che nulla...

Sport Francesco Guzzardi

Continua a leggere

Pianeta Urano Frammenti cosmici n. 37

  Pianeta Urano Frammenti cosmici   n. 37

Frammenti che orbitano qua e là, individuati, carpiti; li commento e condivido con voi. Riflessioni   …e l’EXPO va.   Bicchiere mezzo pieno o vuoto? La risposta è molto più semplice: va, cammina, procede tra preoccupazioni, insulti e “stracci che volano”. Il 23 maggio il...

Enogastronomia Urano Cupisti

Continua a leggere

Palermo: curiosando tra i paesi della valle del Torto e dei Feudi dove nacquero i nonni di Frank Sinatra

Palermo: curiosando tra i paesi della valle del Torto e dei Feudi dove nacquero i nonni di Frank Sinatra

LA VALLE DEL TORTO E DEI FEUDI: Presentata a Roma l’iniziativa che illustra in dettaglio le risorse di sette comuni del palermitano e promuove molteplici iniziative di turismo e cultura ad essi collegate MY WAY FESTIVAL: Tra gli eventi...

Turismo Virgilio Violo

Continua a leggere

LE ROMANE VINCONO E SI PREPARANO A UN DERBY DI FUOCO

LE ROMANE VINCONO E SI PREPARANO A UN DERBY DI FUOCO

A meno due giornate dal termine di questo campionato, riflettori puntati sulla sfida all’ultimo minuto fra Roma e Lazio, che adesso sono separate di un punto e si giocheranno tutto nella prossima sfida diretta. Alle loro spalle il Genoa si...

Sport Francesco Guzzardi

Continua a leggere

COMMERCIO ESTERO: PROSEGUE L’AVANZATA DELL’EXPORT ITALIANO NEL PRIMO TRIMESTRE 2015

COMMERCIO ESTERO: PROSEGUE L’AVANZATA DELL’EXPORT ITALIANO NEL PRIMO TRIMESTRE 2015

Nel solo mese di marzo, le esportazioni italiane sono leader in Europa (+1,8% rispetto a febbraio, nei dati destagionalizzati, contro il +1,2% della Germania). Record per l’export verso i Paesi Extra-UE (+11,4% su base annua) Roma, 18 maggio 2015 – Segnali...

Economia Administrator

Continua a leggere

DAL 15 AL 17 MAGGIO ALLE FIERE DI PARMA “ITALIA INVITA” DALLA TRADIZIONE LE TENDENZE DELLA MODA CONTEMPORANEA - DAL MERLETTO AI BOTTONI : TUTTO CREATO “A MANO”…

DAL 15 AL 17 MAGGIO ALLE FIERE DI PARMA “ITALIA INVITA”  DALLA TRADIZIONE LE TENDENZE DELLA MODA CONTEMPORANEA  - DAL MERLETTO AI BOTTONI : TUTTO CREATO “A MANO” -

Sono i particolari che sottolineano lo stile, i dettagli che fanno la moda. Concetto ribadito con la sapiente e puntigliosa ricerca che dà vita all’ originale e coinvolgente tema di “Italia Invita”, Forum Internazionale della Creatività Tessile, in linea di...

Moda Elisa Starace Pietroni

Continua a leggere

Free Lance Journalist Corner

 

violo1

antonio

mironov1

notizie nazionali def

logo .net 2

matteobarale logo212

da