Print this page
Lunedì, 03 Agosto 2015 23:52

A Palazzo Venezia a Roma, l’età dell’oro dell’impero cinese

Written by
Rate this item
(0 votes)
Statuetta di addestratore di cavalli in ceramica Statuetta di addestratore di cavalli in ceramica


A Roma, mentre al Vittorianoèin corso la mostra dedicata allartista cinese contemporaneo, Fan Zeng, poco lontano, a Palazzo Venezia, èdi scena la Cina antica con Tesori della Cina Imperale. Letàdella Rinascita fra gli Han e i Tang (206 a.C.-907 d.C.).

Ela terza delle cinque in programma, dopo La Cina arcaica e Le leggendarie tombe di Mawangdui. Programma che èparte degli accordi presi in occasione della firma del Memorandum dIntesa sul Partenariato per la Promozione del Patrimonio Culturale tra Italia e Cina a ottobre 2010.

Giàsolo guardando il titolo, ci si rende conto che lesposizione costituisce un piccolo assaggio della civiltàcinese. Lintervallo temporale èvasto, cosìcome lestensione territoriale di questo affascinante paese.

Le opere presentate provengono dal Museo Provinciale dello Henan, uno dei piùgrandi della Repubblica Popolare Cinese. Nellepoca considerata, lo Henan, era creduto il Centro del Mondo adagiato nella Pianura Centrale.

La dinastia degli Han (206 a.C. - 220 d.C.) èimprontata dalla cultura tradizionale del primo impero, ma ha in séanche i fermenti che, piùtardi, troveranno piena espressione con letàdelloro dei Tang (581 d.C. -907 d.C.).

La dinastia Han èconsiderata la continuatrice dellopera del Primo Imperatore e responsabile dellaver fatto diventare istituzione lo statuto imperial,e destinato a durare fino al 1911.

La mostra si apre con le riproduzioni in scala di edifici: abitazioni, torri di guardia, pozzi, mulini, granai e porcili,simboli di ricchezza, questi ultimi, che, come gli altri modelli, venivano posti nelle tombe, a continuazione del prestigio oltre la morte. Oltre agli edifici, statuette in terracotta, ma anche preziose vesti funerarie di giada, testimoniavano limmortalità.

Il passaggio allepoca Tang si percepisce nella maggiore ricercatezza tecnica delle opere e nel naturalismo espressivo delle figure.

Oltre ai modelli di edifici, sono esposti particolari architettonici, tra questi colpisce leleganza delle figure rappresentate nei laterizi dipinti.

Le sezioni in cui èsuddivisa la mostra riguardano La Vita Quotidiana, Le Credenze Religiosee La Porcellana dellEtàdellOro.

La veste funeraria di giada, oltre alla funzione estetica, ne aveva una pratica: si credeva, infatti, che conservasse il corpo dalla corruzione, permettendo cosìanche allanima di continuare a vivere.

Le testimonianze relative al buddismo, introducono il sapore di altre civiltà. LIncensiere a tripode in ceramica a tre colori con decorazioni floreali della dinastia Tang (618-907 d.C.), sorprendentemente ricorda manufatti etruschi.

La porcellana colpisce per lespressivitàdelle figure, il naturalismo dei gesti, la ricercatezza tecnica di materiale, forma e colore.

Tesori della Cina Imperale

Letàdella Rinascita fra gli Han e i Tang (206 a.C.-907 d.C.)

16 luglio 2015- 28 febbraio 2016

Roma, Museo Nazionale di Palazzo Venezia

Orari: da martedìa domenica 8.30-19.30

         Lunedìchiuso

Ingresso: Intero .4,00; ridotto .2,00

Info: www.mondomostre.it

museopalazzovenezia.beniculturali.it

www.tesoridellacinaimperiale.it

Catalogo: Casa Editrice Scienza, Pechino

Read 11969 times Last modified on Lunedì, 03 Agosto 2015 15:56

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information