Print this page
Mercoledì, 20 Luglio 2016 17:54

Edison Green Movie: il primo protocollo europeo per il cinema ecosostenibile

Written by Nicoletta Chiorri
Rate this item
(0 votes)

Cinema e ambiente. Un binomio che sta sempre più prendendo piede, anche grazie al coinvolgimento di star internazionali impegnate in prima linea nella tutela dell’ecosistema. Primo fra tutti, il neo premio Oscar Leonardo Di Caprio, da sempre attivo a sostegno dell’ambiente, che ha donato oltre 15 milioni di dollari per la ricerca di soluzioni innovative nei programmi di conservazione del paesaggio terrestre, per la protezione degli animali e per combattere i cambiamenti climatici.

La cultura come strumento di sensibilizzazione sul problema ambientale. Un’importante iniziativa in questo senso è rappresentata da Edison Green Movie: il primo protocollo europeo per il cinema ecosostenibile, rivolto alle case di produzione cinematografiche. Si tratta della prima linea guida per la sostenibilità ambientale del cinema in Europa, nata nel 2011 e finalizzata alla riduzione dell’impatto ambientale ed economico di una produzione cinematografica. All’interno del protocollo vengono indicate le soluzioni migliori per ottimizzare i consumi energetici, i materiali, i mezzi di trasporto, il consumo dei pasti, i rifiuti, le scenografie, i mobili, gli oggetti, l’illuminazione, attraverso l’utilizzo di fonti rinnovabili e pratiche eco-compatibili in tutte le fasi della produzione.
Il set è la riproduzione in miniatura di una città, in cui si compiono le normali azioni quotidiane. Come ha chiarito Fabrizia De Vita, responsabile Progetti speciali di Edison: "Ogni anno in Italia l'industria cinematografica produce circa 5.600 tonnellate di CO2 per i consumi di energia e i trasporti dei set, cui si aggiungono l'uso dei materiali e la gestione dei rifiuti. Grazie al protocollo Edison Green Movie è possibile ridurre di almeno il 20% le emissioni inquinanti dovute alla realizzazione di un film. Se tutte le produzioni in Italia seguissero le indicazioni di Edison Green Movie (in Italia si producono circa 140 film l'anno per un totale stimabile di 5.880 giorni di riprese) si realizzerebbe una riduzione delle emissioni pari ad almeno 1.120 tonnellate di CO2, equivalenti a quelle relative all'illuminazione pubblica annuale di una città di oltre 10.000 abitanti o a 1.120 voli andata e ritorno Roma-Dakar".

Diverse pellicole sono già state realizzate seguendo il protocollo: “Il capitale umano” di Paolo Virzì, primo film realizzato secondo Edison Green Movie; "Il ricco, il povero e il maggiordomo" di Aldo, Giovanni e Giacomo; "Torneranno i prati" di Ermanno Olmi, con un abbattimento del 75% delle emissioni di anidride carbonica e del 77% del costo dell’energia per le riprese.
Edison Green Movie è stato presentato al Giffoni Film Festival, nell’ambito dei due giorni dedicati agli ultimi progetti realizzati dall’azienda.
Negli anni l’iniziativa si è sviluppata in diverse direzioni: partner del Film4Climate, un’iniziativa globale per realizzare un piano concreto teso a mitigare l’impatto ambientale delle produzioni cinematografiche, promuovere e incoraggiare azioni rispetto al tema del cambiamento climatico attraverso il cinema; avvio di un tavolo di lavoro con Italian Film Commissions e l’associazione dei produttori cinematrografici ANICA per la condivisione e la diffusione delle buone pratiche finalizzate alla realizzazione di produzioni green in Italia; spinta all’avvio di un gruppo di lavoro per lo studio di un protocollo che replichi quello fatto sul cinema, rivolto al mondo della musica, per la riduzione dell’impatto ambientale in ambito musicale, Edison Green Music, concretizzato in Edison - Change the music: il primo progetto musicale a emissioni zero.

Read 8131 times Last modified on Giovedì, 21 Luglio 2016 13:59

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information