L'informazione non è un optional, ma è una delle condizioni essenziali dell'esistenza dell'umanità. La lotta per la sopravvivenza, biologica e sociale, è una lotta per ottenere informazioni.

Il punto sulla 27.a giornata di campionato di Serie A: stagione 2023/2024

By Rino R. Sortino March 05, 2024 419

 

Il Milan espugna (1-0) l'Olimpico contro la Lazio. Dopo un primo tempo  senza grandi palle gol, il match cambia al 57' della ripresa, quando i biancocelesti restano in dieci per l'espulsione a seguito di doppia ammonizione di Luca Pellegrini. Il laterale laziale trattiene l'avversario in modo veramente ingenuo e viene espulso. Con l'uomo in più i rossoneri prendono il sopravvento alla ricerca del vantaggio. All'88' arriva la rete rossonera: Leao crossa e la  palla perviene a Noah Okafor.  Questi dopo un batti e ribatti in area conclude definitivamente in porta e batte Provedel. Nei minuti finali i biancocelesti perdono la testa e vengono espulsi  prima Marusic per qualche parola di troppo, poi Guendouzi per una reazione su una strattonata di Pulisic. La Lazio chiude in 8 e dovrà affrontare l'Udinese con tre giocatori squalificati, oltre al tecnico Sarri diffidato e ammonito. E' incredibile la fragilità nervosa dei biancocelesti capitolini. E' necessario un pronto riscatto e l'occasione sarà proprio martedì prossimo 5 marzo quando la Lazio affronterà l'attesissimo ritorno degli ottavi di Champions, in casa del Bayern Monaco.

All’U-Power Stadium, la Roma batte 4-1 il Monza. I padroni di casa  approcciano  bene la gara  e trovano  il modo di colpire in contropiede. Il Monza nel primo tempo con Djuric centra un palo di testa,  e dopo un gol annullato a Cristante, i giallorossi passano in vantaggio con Pellegrini  al 38'. Questi  combina bene con Lukaku, prezioso nel suo gioco spalle alla porta e dopo essersi  liberato di Birindelli, realizza rasoterra.  E’ la 50a rete del capitano con la maglia giallorossa. I giallorossi approfittano dello sbandamento dei padroni di casa per raddoppiare:   In questa occasione è Dybala dalla sinistra a fornire un gran pallone a Romelu Lukaku, che al 42' batte Di Gregorio di sinistro. Nella ripresa i brianzoli cambiano assetto e reagiscono  ma la Roma passa nuovamente al 63’ grazie ad una magistrale punizione battuta da Dybala che si infila all'angolino alla sinistra di Di Gregorio. La Roma dilaga  all’81’ con un calcio di rigore realizzato da Paredes decretato dall’arbitro che era stato richiamato al Var. Nel finale all'87' la rete della bandiera del Monza. con un gran tiro da fuori area di Andrea Carboni che si infila al sette. 

ll Napoli batte 2-1 la Juventus  e centra la seconda vittoria dopo la batosta inflitta al Sassuolo. I padroni di casa, sostenuti dal caldo tifo dello stadio, mantengono il possesso palla, invitando gli ospiti a pressare alto per colpirli in contropiede. Al 34' i bianconeri fanno tramare il Maradona con Vlahovic che con un gran sinistro colpisce  in pieno il palo. I padroni reagiscono e al 43esimo minuto, passano in vantaggio con Kvaratskelia, bravissimo nel colpire, con grande coordinazione al volo,  una corta respinta di Bremer. La Juve ha quattro grandi occasioni per passare in vantaggio ma le spreca, poi quando i partenopei sembrano  aver preso le misure, arriva il pareggio di Federico Chiesa, all’80’ con un bel diagonale rasoterra.  Il pareggio a quel punto sembra il risultato più logico, ma a pochi minuti dal termine c’è un’ingenuità di Nonge, che rifila un inutile pestone a Osimhen.  L’arbitro concede il calcio di  rigore, Osimhen  dal dischetto si fa parare il tiro da Szcesny e all’87’Raspadori sulla sua respinta, riesce a mettere il  pallone in rete. A quel punto la Juventus tenta il tutto per tutto ed è sfortunata quando la difesa del Napoli respinge tre volte tiri da distanza ravvicinata, salvando una vittoria fondamentale per la sua classifica.

Il Bologna batte 2-1 l'Atalanta al Gewiss Stadium. Inizio intenso e ritmo davvero alto.  Dopo una serie di occasioni da entrambe le parti, l'Atalanta trova al 28' la via del gol: sul destro di Zappacosta c’è la respinta corta di Skorupski su cui si fionda Lookman bravo a insaccare. A inizio ripresa Thiago Motta fa entrare Saelemaekers e Lucumì  e  al 57' c’è un calcio di rigore ottenuto per fallo su Saelemaker. Dal dischetto, Zirkzee spiazza Carnesecchi.   Al 61' arriva addirittura il 2-1 dei felsinei, con Ferguson che conclude al volo dopo il tiro di Ndoye respinto da Ruggeri.  Una volta  in svantaggio l’Atalanta con orgoglio cerca di ottenere  il pareggio, ma si espone alle ripartenze degli emiliani. Sabato prossimo il Bologna ospiterà la capolista Inter  e si preannuncia  una partita avvincente.

L’Inter batte 2-1 il Genoa e centra la nona vittoria consecutiva.  Avvio non semplice per i nerazzurri, complice l’ottima disposizione in campo degli ospiti. Al 30' l'Inter  passa in vantaggio:  Barella passa centralmente per Sanchez che controlla, si gira e serve in profondità Asllani   che realizza con una violenta conclusione sotto la traversa.  Al 37esimo il raddoppia dell’Inter è a seguito di un calcio di rigore trasformato da Sanchez. Il penalty era stato accordato per un fallo su Barella da parte di  Frendrup. Nella ripresa  il  bel gol al volo dal limite di Vasquez  riapre la gara  e mette in apprensione  l’Inter  che subisce  le iniziative gli ospiti.  I nerazzurri  nonostante la stanchezza dettata dai tanti impegni ravvicinati, nel finale riguadagnano convinzione e cercano il terzo gol che avrebbe  chiuso la partita. Alla fine nonostante la sconfitta,  il Genoa  esce a testa alta in quanto ha dimostrato   di saper  tener  testa davanti al quotato avversario. Dodicesima vittoria su dodici gare in questo 2024 per la squadra di Simone Inzaghi, che si appresta a vincere questo scudetto che sarebbe il numero 20 nella storia del club nerazzurro.

Pari che serve a poco nella gara di Udine con la Salernitana che si allontana sempre di più dalla salvezza, mentre l’Udinese ne resta interessata ed esce dal campo sotto la contestazione dei proprio tifosi. Termina senza reti la sfida tra Torino e Fiorentina con i granata che giocano l’intero secondo tempo in dieci uomini per l’espulsione di Samuele Ricci. Fondamentali vittorie di Verona e Cagliari nei due scontri diretti.  I sardi vincono al Castellani un match in cui l’Empoli ha avuto più volte l’occasione per segnare, mentre il Verona batte il Sassuolo di misura a dieci minuti dalla fine. Per Ballardini neo tecnico degli emiliani, esordio con sconfitta e gravissimo infortunio per Berardi, che era al rientro dall’infortunio. Per lui rottura del tendine d’achille e stagione finita. In parità l’altro scontro salvezza in programma tra il Frosinone e il Lecce.

Questi i risultati della 27.a giornata di campionato di Serie A:  

LAZIO-MILAN 0-1  UDINESE-SALERNITANA 1-1  MONZA-ROMA 1-4

TORINO-FIORENTINA 0-0  VERONA-SASSUOLO 1-0  

EMPOLI-CAGLIARI 0-1  FROSINONE-LECCE 1-1 ATALANTA-BOLOGNA 1-2

NAPOLI-JUVENTUS 2-1   INTER-GENOA 2-1

 

Rate this item
(0 votes)
© 2022 FlipNews All Rights Reserved