L'informazione non è un optional, ma è una delle condizioni essenziali dell'esistenza dell'umanità. La lotta per la sopravvivenza, biologica e sociale, è una lotta per ottenere informazioni.

Transizione ecologica: il flop delle auto elettriche.

By Nunzio Ingiusto September 03, 2022 548

 Gli italiani non si fidano più delle auto elettriche. E’ davvero così’, quando i prezzi dei carburanti sono alle stelle e il governo ci sta chiedendo di non strafare nei prossimi mesi ? Le auto ad energia elettrica  sono una risposta  alla mobilità nel suo insieme. Ma se ad agosto 2021 ne erano state vendute 6.476,  ad agosto  di quest’anno ne sono state vendute 4.961.  Intendiamoci, sono dati di piena estate, ma il calo di mercato  è stato del  23,39%. L’Associazione che riunisce questo mondo green- Motus-E- è preoccupata per la flessione di mercato. Lo siamo un po’ tutti, in verità, perché le speranze di vedere decrescere i gas di scarico si oscurano.  In breve  il’Italia va in controtendenza rispetto al resto d’Europa. Anzi , le auto elettriche pure a fronte di quelle ibride plug-in  calano di circa il 30%. Cosa sta succedendo ?  Che ”L’Italia continua a fare peggio del resto d'Europa - dicono all’Ansa i responsabili di Motus-E- A luglio  per esempio, la Germania ha immatricolato 28.868 veicoli BEV ( veicoli elettrici a batteria) con un  +13,16% in confronto  allo stesso mese dello scorso anno. Anche Francia e Olanda non hanno avuto crolli:  tutt’altro.

In Italia è solo un problema di infrastrutture di ricarica, costi delle vetture e incentivi a cambiare la vecchia ? Ricordo che gli incentivi sono ripartiti a metà maggio, nonostante le impennate dei prezzi dei carburanti e la crisi  degli approvvigionamenti.  Negli altri Paesi  si sta  procedendo con  una mobilità meno inquinante. in tutti i settori.  Gli esperti hanno valutato anche che la  programmazione complessiva  del mercato dell’auto all’estero sostiene il mercato delle elettriche, “nonostante le contingenze geopolitiche comuni a tutti gli Stati europei". Diciamo che il Bel Paese , come per altri settori, anche qui sconta il ritardo delle infrastrutture di “accoglienza” delle vetture elettriche. Abbiamo una sorta di programmazione monca. I punti di ricarica sono pochi; c’è una differenza numerica abissale tra Nord e Sud. Emilia Romagna, Lombardia, Valle d’Aosta e Umbria sono le uniche Regioni che hanno impianti ad hoc. Il Sud  ne è quasi completamente sprovvisto. Aggiungo che gli investimenti delle società elettriche vanno a rilento,  per cui chi intende acquistare un’auto non inquinante ci pensa ben bene.  Se entro il 2035- come dice l’Europa- non dovranno più circolare auto con motore termico, il dato italiano di agosto 2022 sulle auto elettriche è certamente un segnale pessimo.

Rate this item
(0 votes)
Last modified on Tuesday, 11 October 2022 01:29
© 2022 FlipNews All Rights Reserved